Categorie
2020 Dei posti Del resto Delle persone Delle questioni Di Torino

E tu cosa hai imparato?

Una domenica post-fase uno ho deciso di porre questa domanda su Facebook, la quantità e la qualità delle risposte mi ha sorpreso.

Panificazione, cucina, tecnologia, software, relazioni, self-consciousness, le risposte sono state variegate, non sono mancate risposte simpatiche o ciniche e qualcuno mi ha chiesto che cosa avessi imparato io.

Questa la mia personalissima lista delle chicche che ho scovato e che mi hanno nutrito, anche molto,  in questi mesi.

I racconti quotidiani di capolavori sportivi di Mauro Berruto

Adriana Zamboni che racconta le fiabe

La straordinaria sequenza di foto #iostoacaso di Stefano Dell’Accio

Le meditazioni alle 8.00 e alle 19.00 condotte da Francesca e Marco di Adesso Mindfulness

Il corso di Kalari tenuto da Justina in Polonia

La spesa a domicilio di Verdessenza

I racconti di cani di Giorgio Olmoti

La newsletter di Mirko Corli

La campagna #spreadwhatsworth organizzata da tutti i TEDx italiani

Tutti contributi arricchenti, tutte persone che vale la pena conoscere (anche solo virtualmente), in attesa di tempi meno complicati.

Ora che ne siamo usciti, in parte, temporaneamente forse, confesso che questa fase sembra farci soffrire tutti un po’ di più rispetto alla precedente. 

Questa situazione in cui sì, si può tornare a fare un sacco di cose MA forse sono pericolosissime è un messaggio a doppio legame degno delle peggiori famiglie patogene (quelle che inducono alla schizofrenia, per intenderci).

Penso che il rischio sia ora di perdersi, di perdere tutte le esperienze di cura, di apprendimento, di resistenza e di consapevolezza che abbiamo vissuto, di tornare come prima, solo un po’ peggio, magari con la sensazione che qualcuno o qualcosa ci abbia rubato un bene prezioso: il tempo, senza lasciarci lo spazio di coltivare e valorizzare quel che abbiamo, appunto, imparato.

Immagine in evidenza: fotografia di Rosy Sinicropi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *