TEATRI A MOLLO

Il teatro rende bellissimi?<span class=”text_exposed_show”>
Si. Spesso, chi pratica il teatro, intraprende un percorso di conoscenza di se stesso differente da quello quotidiano.
Un percorso, complesso, che rende affascinanti ed interessanti.
Il teatro, ad un primo livello, insegna a stare in pubblico, a parlare ad alta voce, ad avere una consapevolezza maggiore del proprio corpo. Ad un livello profondo, insegna ad esprimersi e a raccontarsi.</span>
In venti incontri settimanali, di due ore l’uno, si lavorerà esplorando il linguaggio teatrale, sperimentando tecniche legate al corpo e alla parola. Ognuno dei partecipanti avrà modo di indagare personali suggestioni e desideri attraverso pratiche teatrali. Scelto un tema ogni partecipante imparerà a scrivere ed interpretare un monologo teatrale.
Al termine del laboratorio si allestirà una restituzione finale in cui ogni monologo verrà recitato di fronte ad un pubblico.
Per il sesto anno conducono Enrico Gentina (maestro di teatro, regista di “Sporting”) e Giulia Bavelloni (drammaturga e formatrice, co autrice di “O disse A TE.”)