grande bellezza

AAA Animatore Teatrale offresi, ventennale esperienza, libero il mercoledì mattina,

Sentivo il bisogno di scrivere. Sentivo il bisogno di salutare tutti con alcune righe. Finisce un lavoro, un progetto lungo. Lungo dodici anni, dodici anni che tutti i mercoledì mattina (più o meno, forse 40 all’anno che fa 500 mercoledì uno dietro l’altro) Neppure un anno fa scrivevo questo:  COMBATTERE[…]

Leggi tutto »

Sogno di una notte di mezza estate parte 1

Non mi occupo del tema specifico e forse è facile, forse è un alibi. Il lavoro che mi sono scelto è fare il teatro, raccontare, far raccontare. Da non esperto ho in mente un’idea del luogo dove vorrei vivere, semplicistica, sicuramente utopica, banalmente infantile. Un luogo dove la collettività è[…]

Leggi tutto »

Lavoro a Chieri, combattiamo lo stigma, col teatro

Ci lavoro da anni, in un posto strano, che si chiama DSM, ci lavoro facendo il teatro, tanto che ormai si parla di un gruppo consolidato con persone che recitano (con una speciale predilezione per l’improvvisazione e per l’utilizzo di costumi) con me da più di dieci anni. Lavoro, come[…]

Leggi tutto »

Se ne parla tra quattro anni

In generale parlo sempre poco di Municipale Teatro, non so perchè, forse mi dico che c’è tempo, poi, forse perchè è così … “me” che sarebbe come parlare di una mia gamba, un occhio, o forse perchè le compagne di avventura hanno un pudore che avrei paura di scalfire usando[…]

Leggi tutto »

Ho conosciuto Peter Gabriel

Un post sotto le feste che non parla delle feste, ma di un personaggio straordinario. L’avevo già conosciuto anni fa, penso fosse un concertone a Milano in parco acquatico e, se non confondo le giornate, sul palco si alternarono Casino Royale, Neneh Cherry e lui. Sempre ammirato: negli anni ottanta della[…]

Leggi tutto »

Ma esiste il teatro oggi? A che prezzo? Considerazioni da una giornata di un piccolo festival

Municipale Teatro, che ci crede tanto, e mi rende felice  riscoprirlo quotidianamente dopo anni di lavoro insieme, ogni anno organizza, a sue spese, un festival. Lo chiama Territori Teatrali e dedica una serata del festival ad ospitare quattro compagnie che si candidano ad un bando, chiedendo loro venti minuti di[…]

Leggi tutto »

Un cazzo di ottimismo che non sai da dove venga …

Caro diario, sono tornato da una bella vacanza già da quasi un mese e mezzo, diciamo che i primi giorni di ritorno in città sono stati sotto il segno del relax e della ripresa lenta. Da un paio di settimane invece sono iniziate a piovere (accompagnate anche da un meteo[…]

Leggi tutto »