Torino

Sogno di una notte di mezza estate parte 2 (e ultima)

Questo post inizia con una frase con mille sospesi (che se fosse una serie tv corrisponderebbe al riassunto delle puntate precedenti) e il 23 giugno, durante la Giornata Mondiale del Rifugiato (spostata dal venti, per Papa e Tiziano Ferro), alla vigilia di San Giovanni, o della festa del solstizio, lo[…]

Leggi tutto »

Sogno di una notte di mezza estate parte 1

Non mi occupo del tema specifico e forse è facile, forse è un alibi. Il lavoro che mi sono scelto è fare il teatro, raccontare, far raccontare. Da non esperto ho in mente un’idea del luogo dove vorrei vivere, semplicistica, sicuramente utopica, banalmente infantile. Un luogo dove la collettività è[…]

Leggi tutto »

Ho conosciuto Mauro Berruto

Si. Il Commissario Tecnico della nazionale italiana di pallavolo. E’ una conoscenza un po’ casuale per me, che l’unico sport che ho praticato (a parte il football americano dell’adolescenza) è stata la pallacanestro e lui tifoso appassionato del Toro, e io proprio no. Alcune chiacchiere sul suo romanzo. (una storia[…]

Leggi tutto »

Mutazioni

Un piccolo articolo che compare sull’ultimo numero della rivista Dmag, con la quale si collabora da anni, (dai tempi di Besciamella! incredibile!) questo il link al numero completo Questo l’articolo: Mutazioni. Mutazioni genetiche. Mutazioni generiche. Genericamente parlando, si cambia sempre un po’ tutti, e oggi non sei già più quello[…]

Leggi tutto »

Una testimonianza, il teatro civile? il teatro di comunità? Boh!

Il bell’articolo che racconta un lavoro che ha significato molto per me nell’ultimo anno. Giorni di commozione, incazzatura, giorni in cui ti sembra che il tuo lavoro abbia un senso diverso. Giorni in cui il teatro diventa una verità che bisogna dire. Chissà ora cosa capita? SEHAIVOGLIAclicca questo un bel[…]

Leggi tutto »

Libreria vivente … storie di amicizia

“meno male che la organizzo; ché, a livello di amicizia, avrei una storia fresca fresca ma abbastanza terribile… tant’è, sorridiamo.” Dopo un mese molto intenso e complicato in cui mi sono tenuto a malincuore lontano dal blog ri pubblico l’ultimo post, giusto per ricordare che il 7 novembre c’è il secondo[…]

Leggi tutto »

Un cazzo di ottimismo che non sai da dove venga …

Caro diario, sono tornato da una bella vacanza già da quasi un mese e mezzo, diciamo che i primi giorni di ritorno in città sono stati sotto il segno del relax e della ripresa lenta. Da un paio di settimane invece sono iniziate a piovere (accompagnate anche da un meteo[…]

Leggi tutto »

The Bunch

Dopo l’uscita del bell’articolo di Cristina Insalaco sul progetto “the Bunch” ho ricevuto un sacco di domande, di curiosità rispetto a quest’idea. Ho pensato allora che avesse senso provare a raccontare quali sono i pensieri e i ragionamenti che hanno dato il via a questa avventura. Chi mi conosce sa[…]

Leggi tutto »

Torino C.so Moncalieri 18

-ammiro la forza genuina con cui concorrete, ognuno a suo modo, a realizzare questo piccolo grande universo che è il vostro ‘spazio’. Invidio il vostro condiviso entusiasmo, la vostra tensione ad essere un ‘tutto’. Specchi che rifletteranno le linee di una danza, mensole su cui si ammucchieranno scenografie e costumi:[…]

Leggi tutto »

Piangere per il teatro

Ho pianto spesso a teatro. Spesso ho visto spettacoli da piangere, per quanto erano belli, o per quanto erano inguardabili, spesso ho dormito. Ma il punto è un altro: ho appena concluso la prima parte di un lavoro incredibile. Con Ivan Andreis (grazie a lui) ho condotto un laboratorio teatrale[…]

Leggi tutto »